Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_vienna

Conferenza: Noi e l’italiano. Autobiografia linguistica di due sceneggiatori

Data:

25/10/2017


Conferenza: Noi e l’italiano. Autobiografia linguistica di due sceneggiatori

In conversazione con Giordano Meacci e Francesca Serafini
Trovare la lingua giusta per un personaggio significa, prima di ogni altra cosa, conoscere tutto di quel personaggio: grado d’istruzione, ceto sociale, provenienza geografica. In base a questi dati, uno sceneggiatore accorto si documenta in modo da cucirgli addosso la lingua più adatta per farlo esprimere, perché la verosimiglianza è il primo obiettivo. Non l’unico, perché, come ricordava sempre Claudio Caligari, “il cinema è finzione”. Il che significa che anche la lingua deve essere lavorata in modo che, pur suonando verosimile, appunto, riesca poi a rispondere alle istanze creative e poetiche del progetto in cui è inserita. Nel corso dell’incontro si esemplificherà questo metodo e il senso di questa ricerca nel romanesco di Non essere cattivo: l’unica lingua possibile - il dialetto - nel degrado della borgata.


LUOGO: Institut für Romanistik, Sensengasse 2, Campus Hof 8, Saal ROM 14 1. Stock
Info: www.romanistik.univie.ac.at

In cooperazione con: Universität Wien

Informazioni

Data: Mer 25 Ott 2017

Orario: Dalle 17:00 alle 19:00

Organizzato da : Universität Wien

In collaborazione con : Italienisches Kulturinstitut

Ingresso : Libero


Luogo:

Institut für Romanistik, Sensengasse 2, Campus Hof 8 ,Saal ROM 14 1. Stock.

1218